Il manga di Evangelion si concluderà a giugno 2013

Era nell’aria da tempo e finalmente c’è l’ufficialità: il manga di Neon Genesis Evangelion, di cui Yoshiyuki Sadamoto è autore, si concluderà a giugno 2013, dopo oltre 18 anni dalla pubblicazione del primo stage.

Copertina di Young Ace di luglio 2013, su cui verrà pubblicato l'ultimo stage di Neon Genesis Evangelion

L’ultimo stage verrà pubblicato su Young Ace di luglio 2013, in uscita il 4 giugno, accompagnato dalla seconda parte dell’intervista a Sadamoto ed a Tsurumaki, e da un messaggio di congratulazioni per la conclusione del manga da parte di Hideaki Anno.

Per la cronaca, finalmente sulla copertina di Young Ace appare una bella illustrazione dedicata a Shinji Ikari, dopo anni ed anni di immagini di Asuka e Rei.

A questo punto non resta che attendere l’annuncio della pubblicazione del quattordicesimo tankobon!

Fonti: Minna no Eva FanGAINAX NET

Info su Nevicata

Appassionato di cartoni animati e fantascienza, Nevicata rimane inevitabilmente folgorato da Neon Genesis Evangelion. Nel 2003 apre il sito Distopia.
Questa voce è stata pubblicata in Eva News e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink. Feed dei commenti.

5 risposte a Il manga di Evangelion si concluderà a giugno 2013

  1. Simone scrive:

    “Dopo quanto annunciato, il tempo a nostra disposizione si è ulteriormente ridotto. Presto comparirà l’ultimo capitolo, ed una volta pubblicato, il nostro sogno si realizzerà. Sadamoto … ormai manca poco. Presto, sarà tutto finito.” [Cit. Sadamoto a se stesso]

    CON SPOILER
    Bella la copertina di Young Ace, è davvero la chiusura del cerchio, del Project Eva di 20 anni fa’ … Shinji con le sue ormai famose borse, con cui arrivò a Neo Tokio 3 e con cui ora sembra salutarci.
    Che finale vi aspettate? A parte il mondo che sembra un po’ ripristinato e la sensazione che torneranno più persone (penso children, ragazzi e ragazze, date le parole di Yui nello stage 92), non ho davvero idea di come andrà a finire, però l’atmosfera mi piace, è così serafica e lungimirante; poi ovviamente spero in tante pagine per la conclusione!
    Ma al momento sono già contento di aver rivisto nello stage 95, la spiaggia del volume 8, con Yui, Gendo e Shinji (ho sempre sperato che Sadamoto la ripresentasse nel finale, un luogo davvero simbolico nel manga, che mi piace davvero molto, con le onde in sottofondo, il cielo limpido e quell’albero con quella chioma; un luogo da cui tutto proviene e a cui tutto ritorna…)

    ps. nei prossimi mesi, penso di inviare una mail alla Planet, chiedendo informazioni per una eventuale ristampa, e per chiedere se nel 14° tankobon pubblicheranno anche l’intervista e le congratulazioni riportate nell’omonimo volume giapponese. Spero.

    Un abbraccio ragazzi, è quasi il momento di stappare lo spumante! :)

    • Meriri scrive:

      (con un po’ di ritardo)

      Non saprei… A meno che non sia un capitolo più lungo del solito, non credo 20 pagine siano sufficienti a chiudere il manga in maniera soddisfacente. Dubito torneranno Toji (sarà passato qualche mese dall’incidente), Misato (dopo il suo sacrificio) e Rei (dopo che Sadamoto ha dedicato buona parte del volume all’ “addio” tra Rei e Shinji).

      A questo punto mi aspetto un dialogo finale tra Asuka e Shinji, diverso da Eoe ovviamente, oppure un finale simile a quello della serie tv (applauso etc…). Nel qual caso il finale sarà metafisico/simbolico (dopo 20 anni sarebbe un po’ deprimente…).
      Poi è sempre possibile che Asuka non abbia un ruolo rilevante nel finale (d’altronde Sadamoto non è Anno…) e che Sadamoto preferisca lasciare il loro rapporto irrisolto, in favore di un finale più generalizzato (tipo 18 pagine a mostrare lo stato della terra con il ritorno dei vari personaggi e poi un’immagine finale di Shinji, con poco o nulla in termini di dialoghi).

      Speriamo bene…

      • Simone scrive:

        Condivido il pensiero, in effetti dopo 10 anni, speriamo bene davvero; la possibilità di fare un bel finale c’è, bisogna vedere quanto Sadamoto la sfrutti.
        Riguardo i children, intendevo ragazzi in senso generico, non i children intesi come piloti degli Eva; Yui mi sembra che dica che il suo piano sia proteggere Shinji e i bambini del mondo dal Third Impact, per garantir loro un futuro, per questo tutto sommato penso ci saranno vari ritorni di persone di quell’età, mentre tutti gli adulti rimangono morti (non perché non vogliano tornare, ma per sottolineare l’importanza del passaggio generazionale).
        In tal senso sarebbe un finale molto simbolico, anche perché il target a cui è destinato il manga è l’adolescenza, e pertanto si andrebbe a sottolineare una grande fiducia negli adolescenti e in tutti i ragazzi che stanno crescendo, che, dopo aver risolto i problemi insiti nella crescita, sarebbero pronti per prendersi cura di loro stessi e del mondo intorno a loro, occupandosi di problemi come l’ecologia del pianeta, il lavoro etc.
        Questo è il finale che immagino, nonché il suo significato.
        Condivido la speranza che non siano solo 20 pagine e mi piace molto l’ultima cosa che hai scritto “mostrare lo stato della terra (e qui Sadamoto può sbizzarirsi con gli sfondi e i paesaggi) con il ritorno dei vari personaggi” a cui però spero che Sadamoto aggiunga qualche dialogo importante.
        Vedremo, ormai manca davvero poco… :-)

  2. Nevicata scrive:

    Ciao Simone e Meriri,
    le borse ed un sorriso felice, finalmente.
    È davvero un cerchio che si chiude, sia nella storia, sia per Sadamoto, sia per i lettori ed i fan di Eva.
    Davvero non so cosa aspettarmi dal finale: credo che Sadamoto seguirà EoE, ma suppongo ci sarà una spruzzatina dell’episodio 26 e qualcosa di nuovo ed originale. D’altronde Sadamoto ha sempre dato il suo piccolo contributo per differenziare il manga da Evangelion canonico.

    Anche se non lo ritengo un capolavoro del fumetto, non vedo l’ora di rileggerlo tutto d’un fiato, e non solo perchè ho amato la serie o per questioni affettive nei confronti del manga…

    Sono contento che sia giunta la conclusione, ma un poco mi dispiace…

    • Simone scrive:

      Condivido le ultime 4 righe!
      Anche a me l’anime è piaciuto di più, e il manga non è sicuramente un capolavoro, ma devo dire che questa versione alternativa e più leggera di Sadamoto, con meno esistenzialismo e più ricordi (Kaji, infanzia di Shinji etc.) è stata comunque una piacevole lettura.
      Speriamo in un bel finale, pensa che anch’io sto aspettando la conclusione, per rileggerlo tutto; sono fermo all’11° volume collection, mentre il 12° l’ho comprato ma non l’ho letto, se non guardando un po’ le scan qua e là, come per i volumi 13 e 14…

Lascia un commento