Hideaki Anno e le dichiarazioni al Tokyo International Film Festival 2014

A fine agosto avevamo parlato del 27° Tokyo International Fim Festival e del fatto che il focus dell’animazione sarebbe stato dedicato ad Hideaki Anno; lo showcase di tutte le opere a cui ha lavorato il Maestro si intitola The World of Hideaki Anno. Ecco una chicca video:

L’utente 1731298478 ha tradotto dal giapponese all’inglese gli appunti presi da Minna no Eva Fan durante la conferenza di Anno del 27 ottobre; inevitabilmente sono emersi alcuni dettagli molto interessanti.

* Anno si separò temporaneamente dalla Gainax per lavorare ad Eva. Mentre lavorava al Proposal, Anno sentiva di non poter fare affidamento sulle altre persone. Qualora la Gainax non avesse prodotto Eva, Anno aveva pensato di rivolgersi alla Sunrise.

* Sebbene siano stati presentati sotto forma di interviste, secondo Anno i libri Schizo/Parano sono stati scritti al 90% da lui, inclusi gli interventi degli intervistatori.

* Durante il making of di Death and Rebirth era ancora pianificata la realizzazione di un film di Eva completamente nuovo. Si voleva far uscire Death and Rebirth in primavera e il film nuovo in estate. Tuttavia, Rebirth subì dei rallentamenti e di conseguenza furono costretti a rilasciarlo separatamente in estate (nella forma di The End of Evangelion. Per questo motivo, e a causa della riluttanza di Tsurumaki a dirigere il nuovo film, quest’ultimo è stato posposto indefinitamente.

Hideaki Anno al Tokyo International Film Festival 2014

* Anno aveva scritto la trama del succitato film e sostiene che fosse molto simile a L’attacco dei giganti. La storia aveva luogo in un mondo quasi completamente distrutto, con gli esseri umani confinati in un’area protetta da un AT-field. Un unico ponte collegava quest’area al resto del mondo, e questo è il punto in cui si concentravano gli attacchi degli Angeli. Avremmo potuto vedere gli Angeli mangiare gli esseri umani, cosa che non poteva essere mostrata nella serie TV. Inoltre non ci sarebbero state entry plug, ma i children sarebbero stati impiantati direttamente nel ventre degli Evangelion e rimossi chirurgicamente in seguito. Qualora non fossero stati tratti in salvo abbastanza rapidamente, essi sarebbero stati assimilati dagli Eva e avrebbero smesso di esistere come esseri umani. Alcuni elementi sono stati riutilizzati nei nuovi film del Rebuild.

* Ogni volta in cui Anno lavora ad Evangelion ha un crollo nervoso. La serie TV originale lo ha quasi ucciso. Japan Anima(tor)’s Exhibition, il nuovo progetto a cui sta lavorando, non è assolutamente un diversivo di scarsa importanza, bensì una cosa che Anno deve fare per poter dedicarsi in seguito al prossimo film di Eva. Anno ha avuto un ulteriore crollo dopo la fine di Evangelion: 3.0, ma il fatto di essere sposato lo ha aiutato a sopportarlo. Miyazaki gli ha detto di resistere fino alla fine, ed Anno lo farà.

* Anno continua a lavorare ad Eva ma questa è una cosa davvero difficile. Anno ha notato che il tempo tra il lasso di tempo che separa l’uscita dei film del Rebuild sta aumentando, e ha detto scherzosamente che continuando così il prossimo film potrebbe uscire 4, 5 o forse 6 anni dopo Evangelion: 3.0.

Ovviamente bocche cucite su Evangelion: Final / Evangelion: 3.0+1:0. Alla domanda di un giornalista, Anno ha risposto con un laconico “No comment”, suscitando le risate del pubblico e ridendo lui stesso.

Dopo il Lucca Comics and Games 2014 pubblicheremo gli approfondimenti su alcuni punti toccati in questo articolo, nonchè gli aggiornamenti di ottobre su Evangelion.

Info su Nevicata

Appassionato di cartoni animati e fantascienza, Nevicata rimane inevitabilmente folgorato da Neon Genesis Evangelion. Nel 2003 apre il sito Distopia.
Questa voce è stata pubblicata in Eva News e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink. Feed dei commenti.

Lascia un commento