evangelion:Another Impact (Confidential) – Considerazioni, varie ed eventuali

Il dodicesimo corto della Japan Anima(tor)’s Exhibition, dedicato a Evangelion e intitolato evangelion:Another Impact (Confidential), è stato pubblicato venerdì 6 febbraio.

Grazie ad un’incredibile soffiata Distopia ha avuto la fortuna di comunicarne l’uscita una settimana prima dell’annuncio ufficiale della Japan Anima(tor)’s Exhibition.

Immagine promozionale di evangelion:Another Impact (Confidential)

Il corto, proprio come until You come to me, offre nuovi spunti di riflessione su Evangelion e sul suo futuro.

Sinossi ufficiale

pubblicata come presentazione del cortometraggio

Another time, another place.
An activation test of a decisive weapon was underway.
With its development and operational trials shrouded in complete secrecy, the Another Number – Unit Null, suddenly breaks free of human control and goes berserk.

For what purpose was Another Number – Unit Null created?

The story of an Evangelion’s activation, rampage and howling in another world.


Un altro tempo, un altro luogo.
Era in atto un test di attivazione di un’arma decisiva.
Mentre il suo sviluppo e i test di attivazione sono avvolti nella segretezza totale, l’Unità Null – Numero Altro improvvisamente si libera dal controllo dell’uomo e va in berserk.

A quale scopo è stata creata l’Unità Null – Numero Altro?

La storia dell’attivazione, della furia e dell’ululato di un Evangelion in un altro mondo.

Informazioni di produzione

In calce al corto, nella sezione “Staff”, la prima cosa che si nota è “Original Work: Hideaki Anno”, come anche in until You come to me.
Regia
Il regista è Shinji Aramaki (già regista di Appleseed, Gasaraki e del recente Capitan Harlock)
Musica
Le musiche sono dell’onnipresente Shiro Sagisu. Entrambi i brani provengono dalla colonna sonora del Rebuild: durante il corto è utilizzata 2EM01 “At The Very Beginning”, originariamente presente durante lo scontro tra lo 05 pilotato da Mari e il terzo angelo, mentre per i titoli è adoperata la traccia 2EM28_EM13 nella versione di Evangelion: 2.0 (il brano nella sua versione originale ha esordito in 1.0).
Cast
Koichi Yamadera, la voce di Ryoji Kaji, doppia l’operatore di grado superiore, ed è anche all’opera Megumi Hayashibara, seiyuu di Rei Ayanami, che in effetti già un mesetto fa, discutendo di until You come to me, aveva accennato ad un nuovo corto dedicato a Evangelion (Minna no Eva FanEvaGeeks Forum).

Il filmato di apertura

L’opening di evangelion:Another Impact (Confidential) è del tutto nuova: un numero imprecisato di gigantesche mascotte della Japan Anima(tor)’s Exhibition si aggira per una città in wireframe; i nostri pensieri volano immediatamente al Dio Guerriero di Nausicaa (presente nella sequenza spettacolare animata da Anno, nel celeberrimo lungometraggio di Miyazaki), al corto tokusatsu Giant God Warrior appears in Tokyo diretto da Anno per la Ghibli, e ovviamente agli Evangelion .

Fotogramma dell'opening di evangelion:Another Impact (Confidential)

Immancabilmente compaiono ferrovie, treni, binari e tralicci: Anno marca il territorio.

Fotogramma dell'opening di evangelion:Another Impact (Confidential)

Riassunto

Fotogramma tratto da evangelion:Another Impact (Confidential)

È in corso un test di attivazione dell’unità “Another EVA” (in assenza di una denominazione ufficiale utilizziamo il nome adoperato nelle schede presenti nella pagina ufficiale del corto). Da un dialogo esplicativo tra un’operatrice e un suo superiore vengono descritti i primi inefficaci tentativi (si parla dell’assenza di reazioni elettrocardiache, mai citate prima in Evangelion), ma ad un certo punto si ottiene l’attivazione: “Pulse confirmed” può essere tradotto come “Impulso confermato” o con un più appropriato termine fisiologico/medico: “Polso (battito cardiaco) rilevato”.

Fotogramma tratto da evangelion:Another Impact (Confidential)

Pochi istanti dopo viene dichiarata la perdita di controllo dell’unità, che emette un mostruoso ruggito.

Fotogramma tratto da evangelion:Another Impact (Confidential)

Lo staff tenta inutilmente di riprendere il controllo della situazione e di disattivare l’Eva, mentre entra in funzione il dispositivo di lancio dell’unità. Chi l’ha attivato? Forse Kaji (d’altronde l’operatore di grado superiore ha la voce del suo doppiatore)? L’Eva stesso? Un’entità dai poteri pseudo-divini? *wink wink*
Nel tentativo di liberarsi, l’Eva emette un liquido scuro dalla bocca. Olio? Liquido refrigerante? Sangue?

Fotogramma tratto da evangelion:Another Impact (Confidential)

L’Evangelion raggiunge la superficie e ciondola tra i resti di una città distrutta. All’improvviso l’Another EVA si stringe la testa fra le mani, in una posa che evoca chiaramente il berserk dello 00 che si vede nella serie TV.
Sopraggiungono i VTOL delle Nazioni Unite che ingaggiano battaglia con l’Eva aprendo il fuoco. L’attacco è ovviamente inefficace e l’Eva si sbarazza con facilità di questi mezzi volanti emettendo un ruggito (o generando un A.T. Field).

Fotogramma tratto da evangelion:Another Impact (Confidential)

All’improvviso si ode fuori campo l’inconfondibile voce di Megumi Hayashibara: “I’m right here… / Sono qui…”

Fotogramma tratto da evangelion:Another Impact (Confidential)

L’Eva si lancia in una folle corsa alla ricerca della voce e non esita a lanciarsi contro un grattacielo pur di attraversarlo e rispondere al richiamo.

Fotogramma tratto da evangelion:Another Impact (Confidential)

Il grattacielo sfondato crolla rovinosamente sull’Eva, che però rimane indenne e, riemergendo dalla polvere, si rialza e dischiude la mano destra.

Fotogramma tratto da evangelion:Another Impact (Confidential)

Nell’inquadratura successiva c’è il dettaglio di un occhio rosso, nella cui pupilla si riflette la maschera che ricopre il volto dell’unità Another EVA. Associando la battuta della Hayashibara all’occhio rosso risulta palese, quasi ovvio, che l’Eva abbia raggiunto e salvato Rei Ayanami. Va bene, ma di quale Rei si tratta? Uno dei vari cloni, la Rei del 2.0 oppure la Rei/Lilith quantica?)

Fotogramma tratto da evangelion:Another Impact (Confidential)

L’Eva richiude la mano destra, alza al cielo il braccio sinistro e si lancia nell’ennesimo ruggito. La macchina da presa esegue un rapidissimo zoom-out; possiamo notare che l’Eva si trova in un cratere.

Fotogramma tratto da evangelion:Another Impact (Confidential)

Lo zoom-out continua e rivela che tutto il paesaggio è desolato e costellato di crateri riempiti di acqua rossa. Anche il cratere in cui si trova l’Eva si riempie rapidamente di questo liquido.

Fotogramma tratto da evangelion:Another Impact (Confidential)

Schermo nero. Appare il titolo evangelion:Another Impact (Confidential).

Fotogramma tratto da evangelion:Another Impact (Confidential)

Titoli di coda. Fine.


Siete rimasti spiazzati? Anche noi un pochino, ma dopo aver guardato e riguardato il corto proviamo a ipotizzare qualche risposta agli inevitabili quesiti generati dalla visione di evangelion:Another Impact (Confidential).

Dove e quando è ambientato evangelion:Another Impact (Confidential)?

La sinossi parla di “un altro tempo, un altro luogo […] un altro mondo”. Tutto questo potrebbe essere l’ennesimo indizio che confermerebbe la teoria del loop. E se invece fosse una dimensione parallela? Il corto potrebbe essere ambientato tra 2.0 e 3.0, oppure durante You Can (Not) Redo, o addirittura dopo.
Dove ha luogo questa scena? Verrebbe naturale ipotizzare che stiamo vedendo i resti di Tokyo-3, ma da una più attenta analisi di un cartello stradale, di un taxi assai simile ai celebri taxi gialli della Grande Mela e del contesto urbano (tra cui un grattacielo praticamente identico all’Empire State Building) l’interpretazione più probabile è che la città rappresentata sia New York. Ringraziamo la community di Evangelion Italian Fan per aver aguzzato la vista all’inverosimile.

Confronto tra la città di evangelion:Another Impact (Confidential) e New York

Another EVA

Questa unità è del tutto inedita, sebbene nelle prime immagini dello storyboard appaia con le sembianze facciali dell’Eva-01. Contiene un’anima? È pilotata da un dummy system e, se sì, basato su quale personalità? Dall’immediata reazione alla chiamata di Rei parrebbe il dummy di Shinji. Personalmente ipotizziamo che quest’Eva non abbia nè anima nè dummy, e che venga controllato da Rei nello stesso modo in cui Kaworu controlla l’Eva-02 nell’episodio 24. Notiamo che l’Eva è fornito dello slot per ospitare il plug dell’umbilical cable, ma non vediamo nessun cavo nè durante il test di attivazione nè durante l’attività in berserk dell’unità. Dunque quest’Eva è dotato dell’elemento S²?

Imagine di produzione di evangelion:Another Impact (Confidential)

Possibili interpretazioni del titolo

Another Impact. Another come l’unità Another EVA; Another Impact, ma ne non abbiamo visto alcuno nel corto. A questo punto è lecito domandarsi a quale Impact si faccia riferimento. È avvenuto un nuovo Impact prima di questo corto o è un riferimento ad un futuro possibile? Forse il liquido rosso che riempie repentinamente il cratere in cui si trova l’Eva indica che il contatto tra Rei e l’Another EVA stia per scatenare l’ennesimo Impact? E cosa ha provocato tutti gli altri crateri? Bombardamenti da parte dei militari? Altri test di attivazione falliti? Oppure Another Impact è un titolo metaforico che sta ad indicare l’impatto che Evangelion: 3.0+1.0 e/o la Japan Anima(tor)’s Exhibition avranno sull’animazione giapponese e sulla società del Paese del Sol Levante? D’altronde è innegabile l’influenza che Eva ha avuto e ha tuttora in Giappone. Infine ricordiamo che il Japan Expo è nato per liberare il mondo dell’animazione giapponese dalla stagnazione in cui giace da anni…

Altre chicche

In calce al corto sono presenti varie gallery: Design dell’Another Eva, note di produzione, 3D modeling e storyboard; tutto materiale interessante che vi consigliamo di guardare per comprendere al meglio il corto Another Impact e la sua realizzazione.

Imagine di produzione di evangelion:Another Impact (Confidential)

Bene. Cosa pensate di questo corto? È legato strettamente a Evangelion o no? Nell’ambito della Japan Anima(tor)’s Exhibition vedremo ulteriori corti a tema Eva?

Info su Nevicata

Appassionato di cartoni animati e fantascienza, Nevicata rimane inevitabilmente folgorato da Neon Genesis Evangelion. Nel 2003 apre il sito Distopia.

Questa voce è stata pubblicata in Considerazioni e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink. Feed dei commenti.

2 risposte a evangelion:Another Impact (Confidential) – Considerazioni, varie ed eventuali

  1. Shinji Kakaroth scrive:

    Il design dell’Another Eva mi ha ricordato molto lo stile usato in Anima. ^^
    Il corto in sé è molto bello ed ha una regia intrigante, mostri cose che i fan di Eva conoscono benissimo (un’unità viene attivata, va in berserk perché non è una macchina). Mi ha molto colpito il primo piano sulla mano dell’Eva, che mostra uno strato che sembra di gomma con un complesso reticolato a nido d’ape, che fa capire come il palmo dell’Eva debba essere aderente per poter maneggiare le enormi armi anti-angelo, e anche il primo piano sul braccio, che piuttosto che mostrare un’armatura costrittiva, mostra il vero e proprio intreccio dei muscoli dell’avambraccio.
    Personalmente, credo che la Rei di cui vediamo l’occhio in primissimo piano e che non vediamo mai nella mano dell’Eva sia una Rei Quantica.
    Per quanto riguarda il cavo, nonostante non ci sia fatto vedere, immagino che appena l’Eva ha dato segno di essere fuori controllo, come da prassi l’abbiano staccato con i bulloni esplosivi e anche nel doppiaggio l’operatore superiore dice di scollegare tutti i cavi.

    • Nevicata scrive:

      Questione cavo di alimentazione: la tua considerazione è ottima, in effetti non avevo fatto caso alla battuta “disconnect all the cables” e l’avevo sovrapposta a “cut all circuits”
      A prescindere da elemento S² e umbilical cable presenti/assenti, quest’Eva potrebbe anche essere dotato di un’alimentazione simile a quella delle altre unità di 3.0 che hanno un’autonomia decisamente maggiore di 5 minuti, se non addirittura totale.

Lascia un commento