Gli Impact in Evangelion

Benvenuti all’ultimo articolo della prima metà del ProgettoEVA2015.
In questa prima parte del nostro avventuroso viaggio ci siamo per lo più soffermati sugli aspetti fantasiosi dello scenario di fondo del mondo di Evangelion, illustrando brevemente l’origine del Project Eva e alcuni riferimenti di anime e manga a cui lo staff GAiNAX si è rifatto, per poi fare qualche considerazione sui misteriosi nemici che assaltano la città di Neo Tokyo-3.
Nell’articolo odierno completeremo il quadro parlando degli Impact, le catastrofi avvenute nel mondo di Eva che potrebbero portarlo per sempre all’oblio.
Buona lettura!

Adam, Lilith & First Impact

Nel finale dell’articolo dedicato allo scenario di Evangelion, dopo aver preso in considerazione alcuni tra i tanti riferimenti che hanno contribuito al brainstorming per il Project Eva, ci eravamo lasciati tracciando un possibile pattern del background della storia. Per poter descrivere in maniera dettagliata le varie caratteristiche della trama di Eva, per trovare eventuali errori e/o ambiguità di fondo e per capire dove le cose funzionano realmente, è necessario aver chiaro che non sempre è possibile integrare le varie versioni della storia, pertanto qui cercheremo di analizzare i singoli casi.

Partiamo dallo scenario più generale, ovvero quello presentato dal videogioco Neon Genesis Evangelion 2.
Circa 4.6 miliardi di anni fa un’antica e avanzata civiltà cosmica, denominata Prima Razza Ancestrale (FAR, acronimo di First Ancestral Race), si trovava sull’orlo dell’estinzione a causa di un evento non ben definito, che potrebbe essere stato una guerra planetaria (e.g. Nausicaa), o il tentativo di raggiungere il livello divino (e.g. Ideon), o un disastro naturale (e.g. la distruzione del sistema stellare, ricordiamo le parole di Yui in The End of Evangelion: “Fino a che esisteranno il Sole, la Luna e la Terra andrà tutto bene”), o qualche altra fantasiosa catastrofe.
Per garantire la rinascita della vita in altri luoghi dell’universo, la FAR costruì 7 Uova della Vita, chiamate anche Lune, contenenti ognuna una Entità Progenitrice (Seme della Vita); inserì in qualche modo le anime degli Ancestrali nella sala del Guf associata all’Entità Progenitrice e all’Uovo; infine incluse nelle Lune il bestseller “Pergamene”, testo storico e profetico, e la Lancia di Longinus, oggetto dotato di volontà propria in grado di agire come sistema di sicurezza per sigillare le Entità Progenitrici o chiunque avrebbe fatto qualcosa di pericoloso per la salvaguardia della vita sul nuovo pianeta, venendo meno alle intenzioni della FAR.
Le Uova furono costruite (o forse furono inserite) all’interno di 7 planetoidi (piccoli corpi celesti) indicati anche con il termine di Vettori. Grazie a questa ingegnosa idea i planetoidi vennero lanciati in un viaggio cosmico, in modo che ognuno potesse raggiungere un pianeta sul quale generare la vita. L’unica regola di questo progetto consisteva nell’evitare la presenza di entrambi i Frutti, quello della Vita e quello della Conoscenza, sullo stesso pianeta, quindi ogni Entità Progenitrice avrebbe dato vita a degli esseri viventi dotati di un solo Frutto (approfondiremo la questione riguardante la FAR, i Semi della Vita e il loro numero in un prossimo articolo).

A questo punto è utile citare il seguente video, postato dall’utente SORAYUNI prima su NicoNicoVideo nel 2012 e successivamente su Youtube, di cui Distopia Evangelion ha curato la versione in lingua italiana; la canonicità del filmato in questione non è nota al 100%, ma esso ci fornisce qualche immagine che può aiutarci a capire meglio gli eventi che si verificano, sebbene alcuni dettagli del video siano contraddittori e vadano quindi presi con le molle:

L’arrivo di Adam sul pianeta Terra

Circa 4 miliardi di anni fa il pianeta Terra era in fase di formazione. Il planetoide al cui interno vi era la “Luna Bianca”, contenente l’Entità Progenitrice Adam, si schiantò sulla Terra e si frantumò, liberando l’Uovo che finì nelle profondità del pianeta.
Nella serie TV non viene rivelata la sorte, immediatamente successiva a questo impatto, delle Pergamene e della Lancia di Longinus associate ad Adam, e un motivo plausibile potrebbe essere che all’epoca non si fosse nemmeno immaginata una backstory dettagliata come quella presentata nel videogioco Neon Genesis Evangelion 2. In quest’ultimo le Informazioni riservate affermano che la Lancia di Adam è stata rinvenuta all’interno della Luna Bianca, attivatasi per sigillare l’Angelo; ricordiamo però che queste informazioni sono da ritenersi integrative all’anime solo qualora non lo contraddicano, secondo i Livelli di canonicità. Farò in seguito alcune considerazioni al riguardo.

La Luna Bianca ovvero l'uovo di Adam

Nella serie e nel manga, Adam è considerato il 1° Angelo, essendo la prima entità ad essere giunta sulla Terra. Adam, come stabilito dalla FAR, avrebbe generato 14 esseri viventi (nel manga sono 10) denominati anch’essi Angeli (dagli esseri umani) e dotati del Frutto della Vita (vedi focus Angeli e focus Frutto della Vita).
Il 17° Angelo (13° nel manga), Tabris, è un caso particolare che analizzeremo in un articolo dedicato.

NB: Sadamoto ha compiuto un errore di numerazione nel manga, dimenticandosi di assegnare un numero all’Angelo del volume 5, Sahaquiel.

L’arrivo di Lilith sul pianeta Terra: First Impact

Successivamente all’arrivo di Adam sulla Terra, dopo un imprecisato intervallo di tempo, arrivò un altro dei planetoidi lanciati dalla FAR, al cui interno vi era l’Uovo della Vita chiamato “Luna Nera”, contenente l’Entità Progenitrice Lilith, la quale viene considerata formalmente il 2° Angelo in quanto è il secondo essere misterioso giunto sulla Terra; la numerazione degli Angeli è dunque da riferirsi al loro ordine di apparizione.
La collisione del planetoide di Lilith sulla Terra è stata denominata ufficialmente “First Impact” sia nell’anime che nel manga e la datazione approssimativa è intorno ai 4 miliardi di anni fa.
Stando alle Informazioni riservate di Neon Genesis Evangelion 2, è probabile che la Lancia di Longinus associata a Lilith sia andata distrutta nell’impatto. Farò in seguito alcune considerazioni al riguardo.
Per quanto riguarda le Pergamene presenti nella serie TV non è noto se siano quelle di Lilith o quelle di Adam, mentre nel videogioco pare che siano sopravvissute solo quelle di Adam, da cui derivano le informazioni sugli Angeli. Probabilmente passando da uno scenario all’altro (Proposal, serie TV, videogioco) cambiano un po’ le idee sul contenuto delle pergamene e quindi cambia anche la questione sul loro ritrovamento.
Dal liquido fuoriuscito da Lilith (denominato successivamente LCL dagli uomini) nacque la vita sulla Terra; ai discendenti di Lilith, denominati Lilin (o Lilim), si riserva anche la denominazione di 18° Angelo (14° nel manga).

La Luna Nera ovvero l'Uovo di Lilith

La mia speculazione è la seguente: poiché nell’episodio 20 l’LCL viene inteso come “brodo primordiale”, tutti gli organismi viventi, dalle cellule agli animali fino agli esseri umani, si sono evoluti a partire dalle molecole presenti in questa zuppa primitiva; inoltre quest’ipotesi riprende anche una delle reali teorie proposte per l’origine della vita sulla Terra.

I Lilin possiedono il Frutto della Conoscenza, ovvero l’intelligenza. L’umanità rappresenta la specie che ha saputo sfruttare al meglio le proprietà di questo Frutto, risultando la scienza l’evoluzione massima della capacità di ragionamento logico umano: “La scienza è la forza dell’uomo”, dice Gendo nell’episodio 12 e Fuyutsuki gli rammenta che “Fu proprio questa stessa arroganza a causare il Second Impact”. Ricordiamo come la scienza presenti sia in Nadia che in Evangelion sfumature che vanno dalla fiducia (forza dell’uomo, materia creativa) alla disillusione (arroganza dell’uomo, materia distruttiva).

Si hanno quindi due Frutti su uno stesso pianeta, cosa che era stata proibita dalla FAR.

Infine, dal manga di Sadamoto (volume 12), dal video pubblicato da SORAYUNI e dalle Informazioni riservate di Neon Genesis Evangelion 2 si evince che l’impatto sulla Terra del corpo celeste che trasportava l’Uovo di Lilith ha provocato l’innalzamento di polveri e detriti rocciosi che, unendosi per attrazione gravitazionale ai frammenti del planetoide, diedero vita alla Luna, il satellite naturale della Terra. Questo evento riprende la reale teoria dell’impatto gigante sulla formazione della Luna.

Spiegazione del First Impact secondo il libro di scuola di Shinji Nell’anime ciò viene indicato di sfuggita nel libro di storia di Shinji che appare nell’episodio 7.

È possibile leggere la traduzione italiana nel volume 0:4 della “Neon Genesis Evangelion Encyclopedia” ideata e scritta da Gualtiero Cannarsi e prodotta da Dynamic Italia per le VHS di Evangelion.

Come si nota il First Impact viene indicato con il termine di Giant Impact, proprio ad indicare il riferimento alla succitata teoria dell’impatto gigante.

Per concludere questa parte propongo alcune osservazioni.
Nella prima versione andata in onda, denominata On Air, i misteri sugli Impact rimanevano tali, la Luna Bianca e la Luna Nera non venivano menzionate e non si capiva bene chi fosse la misteriosa Lilith dell’episodio 24. La trama di fondo risultava quindi piuttosto nebulosa e i vari misteri della serie non venivano risolti, lasciando giustamente spazio, anziché allo scenario fittizio, al messaggio che Hideaki Anno voleva comunicare.
In seguito vennero integrati gli episodi in versione Director’s cut e fu creato il film The End of Evangelion.
In questa versione definitiva della serie alcuni elementi presenti negli episodi On Air hanno assunto un senso diverso: due Lune sono presenti sulla Terra, quella Bianca del capostipite Adam, progenitore degli Angeli (smentendo la questione dei sistemi di sicurezza), e quella Nera del capostipite Lilith, progenitore dei Lilin, il mistero sul Second Impact viene svelato, e grossomodo si comprende il Progetto per il Perfezionamento dell’Uomo. Tuttavia anche qui, nonostante le modifiche, alcuni elementi restano avvolti nel mistero, e.g. da dove arrivano Adam e Lilith?
Come abbiamo visto il videogame Neon Genesis Evangelion 2, a cui ha collaborato Hideaki Anno per le Informazioni riservate, contiene molti elementi che arricchiscono lo scenario di fondo della storia, ad esempio viene citata in modo esplicito la FAR ricongiungendosi in un certo senso alle idee iniziali della GAiNAX, viene definita una storia per le Lune e le Entità Progenitrici, e si comprende che gli antichi creatori erano responsabili delle Pergamene e della Lancia di Longinus. Nonostante tutto ci permettiamo di non considerare le Informazion riservate canoniche al 100%.
Infine, abbiamo il manga di Yoshiyuki Sadamoto che differisce anch’esso in vari elementi della storia, tra personaggi e background. L’autore segue grossomodo lo scenario della versione animata Director’s cut, senza citare esplicitamente la FAR inserita nel videogioco, ma effettua qualche cambiamento qua e là, come ad esempio l’abbassamento del numero di Angeli (perché come dice lui stesso, ad un certo punto gli era venuta “fretta” di concludere la storia), o il fatto che dal volume 12 sembrerebbe che Adam non sia giunto dallo spazio come Lilith, ma fosse da sempre presente sulla Terra. Quindi anche il manga può considerarsi un’ulteriore versione della storia.

Il First Impact nella versione del manga (volume 12)

In definitiva pur rimanendo versioni differenti, ognuna con le proprie rivelazioni e con le proprie lacune, queste ci permettono di gettare uno sguardo globale sulle idee della GAiNAX per creare lo scenario della storia, senza necessariamente che terzi realizzino una versione riassuntiva/esplicativa in cui tutto viene integrato; lo scopo di questo progetto non è quello di utilizzare i vari materiali per comporre un puzzle corretto incastrando a forza pezzi differenti, bensì è quello di presentare un quadro generale e di ampio respiro di ciò che la GAiNAX aveva in mente rispettando comunque le diversità e le canonicità dei vari tasselli.
In tal senso la questione della FAR e dei Semi della Vita rappresenta certamente un’interessante possibilità esplicativa sul retroscena di Evangelion, ma non necessariamente dobbiamo integrarla nella storia dell’anime o del manga dato che non solo in esse non viene menzionata, ma non sappiamo nemmeno quale sia il suo preciso livello di canonicità; piuttosto ciò che è importante è che tutte le versioni della storia facciano pensare a dei misteriosi creatori dietro le quinte, riferendosi non solo a storie come Nausicaa, Ideon, Nadia, come ho mostrato nell’articolo dedicato allo Scenario, ma più in generale collegandosi a un certo tipo di fascino fantascientifico del Novecento, come vedremo nella seconda parte del ProgettoEVA2015.

Second Impact

Dopo questa breve escursione in alcuni misteri della serie torniamo sul sentiero principale per occuparci del Second Impact, la catastrofe che ha sconvolto il mondo di Evangelion sul finire dell’anno 2000. Come ci viene detto nel volume 5 del manga un’organizzazione segreta di nome Seele, che controlla dall’ombra la politica mondiale e la storia dell’umanità fin da tempi remoti, trovò le Pergamene nei pressi del Mar Morto e tramite queste venne a conoscenza di segreti ancestrali.

Le Pergamene del Mar Morto, rappresentate nel manga

Grazie a questi scritti la Seele organizzò, nell’anno 2000, una spedizione di ricerca scientifica al Polo Sud capeggiata dal dottor Katsuragi (il padre di Misato), per trovare la Luna Bianca e il suo abitante misterioso.

Considerazioni preliminari

Prima di analizzare nel dettaglio la versione definitiva del Second Impact, ovvero quella presentata nel Director’s cut, in The End of Evangelion, nel manga e nel videogioco, è necessario fare qualche osservazione introduttiva.
In primo luogo osserviamo che nel Proposal l’Uomo rinvenne il primo Apostolo, Adam, presso il Mar Morto ed è lì che si sarebbe verificata l’esplosione del Second Impact.
Ciò viene specificato anche nei libri Schizo e Parano:

Sadamoto: Alla fine [l’uso delle Pergamene del Mar Morto in Eva] è un effetto collaterale di Nadia. Nell’episodio finale c’è una scena in cui Gargoyle, il cattivo, entra in contatto con la luce della Pietra Azzurra e si trasforma in una statua di sale. (Notiamo la presenza delle colonne di sale al Polo Sud in Eva, NdT)
Così, nella proposta iniziale di Eva [Evangelion Proposal], la grande esplosione causata in Antartide [nella serie finale] era, invece, un’esplosione presso il Mar Morto. (Il Mar Morto è caratterizzato da un’elevatissima salinità e perciò l’inserimento di questo elemento si collega idealmente al finale di Nadia, NdT)

Tsurumaki: L’incidente di evaporazione del Mar Morto.

Sadamoto: Nella proposta iniziale era “L’incidente di evaporazione del Mar Morto”. In questo modo c’era una connessione con la visione del mondo di Nadia. Credo che Anno stesse pensando a questo.

Sato: [Eva che si svolge] in un [mondo] parallelo.

Takekuma: In realtà, Eva sarebbe stato simile ad una continuazione di Nadia.

Tsurumaki: Forse, a un certo punto, c’era questa intenzione.

[…]

Similitudini: in Nadia Gargoyle diventa una statua di sale, in Eva al Polo Sud ci sono colonne di sale

In tal senso ci sembra interessante ciò che avviene nell’episodio 10: in tale puntata la Nerv deve prelevare l’uovo di Sandalphon dal vulcano e la Commissione, Gendo e Fuyutsuki, ovvero tutte le principali fonti di verità della serie, affermano che un fallimento provocherebbe un disastro tale da distruggere l’umanità, in maniera analoga o peggiore al Second Impact avvenuto 15 anni prima.

Ciò mi fa pensare che inizialmente il Second Impact fosse stato pensato non tanto come un esperimento fallito su un Adam completamente sviluppato, bensì come un incidente causato dagli esperimenti effettuati su un Adam allo stato embrionale, sotto forma di uovo, come sembra trasparire dalle informazioni contenute nel Proposal. L’umanità avrebbe rinvenuto il primo uovo contenente un Angelo e, nel recupero o nello studio di questo, qualcosa sarebbe andato storto causando una gigantesca esplosione.

Un’altra ipotesi che possiamo fare su eventuali idee che la GAiNAX potrebbe aver avuto per il Second Impact è quella del contatto tra due Angeli: se si pensa che inizialmente gli Angeli, piuttosto che “un altro tipo di esseri umani”, avrebbero dovuto essere sistemi di sicurezza, ci si potrebbe chiedere se davvero Lilith fosse presente da sempre nella storia o se sia stata aggiunta in seguito, ovvero se fosse stata pensata come Angelo fin dall’inizio o se il 2° Angelo fosse inizialmente un altro.

Seguendo questa speculazione possiamo pensare che un’altra possibile idea di Second Impact fosse il contatto tra Adam e il misterioso secondo Angelo che precedeva Sachiel nella numerazione.

Questa congettura discende anche dall’osservazione secondo cui è strano che nessuno della Nerv si chieda perché la numerazione inizi dal terzo di questi misteriosi esseri e che fine abbia fatto il secondo Angelo; in altre parole la questione sembrerebbe lasciata in un angolo. Pertanto il recupero di Sandalphon in forma di uovo da parte di un Eva sarebbe pericoloso perché, essendo queste due entità identiche dal punto di vista genetico (come spiega Ritsuko nell’episodio 5), un eventuale contatto tra i due sarebbe come un contatto Angelo – Angelo.

A supporto di questa seconda ipotesi trovo importanti le riflessioni di Misato nell’episodio 22:

Assurdo, quindi è una menzogna. Il Second Impact non è stato provocato dal contatto di un Angelo. […] Ma allora a causare il Second Impact, cosa fu?

Questa considerazione sembrerebbe dire allo spettatore: “Ehi, l’ipotesi che ti è venuta in mente per il Second Impact è sbagliata, questo non è avvenuto per il contatto tra Adam e il misterioso secondo Angelo, come tu e la Nerv credete”.

Ed in effetti è vero, in quanto la versione definitiva del Second Impact vedrà il disastro come opera intenzionale dell’Uomo.

A questo punto però si crea un errore narrativo all’interno della storia. Infatti trasformare l’ipotesi di cui sopra sul Second Impact in una falsa pista fa decadere le preoccupazioni della Commissione e di Gendo/Fuyutsuki presenti nell’episodio 10; con il senno di poi non solo il disastro di 15 anni prima era stato causato intenzionalmente dalla Seele, ma solo le Entità Progenitrici Adam e Lilith possono aprire le Porte del Guf ed emanare un Anti-A.T. Field planetario! Quindi tutti i timori espressi nell’episodio 10 non hanno proprio senso. Ce lo vedete Sandalphon ad aprire le Porte del Guf?!?!

La Seele esamina la spinosa questione Sandalphon

Pertanto possiamo dire che l’informazione all’interno della serie è un errore narrativo causato dalle modifiche che lo staff della GAiNAX ha operato su Evangelion in corso d’opera, e quindi rappresenta un bug che non possiamo ignorare, ma che dobbiamo semplicemente accettare come tale.
Notiamo inoltre che nel manga non è presente l’episodio di Sandalphon, pertanto lì non vi è tale ambiguità.
L’esempio del cambio di direzione secondo me traspare nell’episodio 14, reale spartiacque della serie anche per altri motivi, dove la Commissione si lamenta che se Ireul avesse raggiunto il Dogma e fosse entrato in contatto con “qualcosa che era lì”, i loro piani sarebbero andati a carte quarantotto. Da qui in poi sembrerebbe che il Third Impact dipenda solo dall’infiltrazione di un Angelo nel Terminal Dogma, scartando quindi qualsiasi altra idea iniziale che potesse aver avuto la GAiNAX.
E il secondo Angelo che fine fa nella versione finale? Stando a quanto già detto, ritengo probabile che Lilith sia stata inserita nella storia in corso d’opera, assegnandole il “ruolo” di secondo Angelo tramite un’operazione di retrocontinuity.
Nella versione On Air i misteri sul Second Impact non vengono mai svelati, e quindi nel seguito dell’analisi ci concentreremo sulla versione definitiva, ovvero gli episodi Director’s cut e il manga.

Dialoghi del Polo Sud

15 Agosto 2000 – Dialogo tra scienziati in sottofondo alla discussione tra Gendo e il presidente Keel, all’inizio del film Death(True)².

– Intendi la teoria del Super Solenoide, avanzata dal dottor Katsuragi?
– Direi che quella è un po’ troppo bizzarra.
– E resta ancora sul piano ipotetico.
– Tuttavia, l’alimentazione energetica di quel gigante non può spiegarsi altrimenti che con la teoria S².
– Che inoltre, sebbene accidentalmente, è già stata provata nei fatti.
– E che quindi, in quanto realtà effettuale, non può che essere accettata.
– L’accetterò una volta completato l’accertamento dei dati!
– E la Lancia di Longinus?
– Si trova ancora dov’è stata sbarcata al suo arrivo qui dal Mar Morto, la settimana scorsa.
– Saranno necessarie delle lavorazioni, prima di trasportarla nel sotterraneo. Non si avranno problemi?
– L’esperimento di sincronizzazione con i donatori è previsto per il tredici del prossimo mese. C’è tempo sufficiente per tutte le predisposizioni.
– L’esperimento di oggi riguardava il segnale sull’ego-confine di quel famoso A.T. Field, giusto?
– Esatto.

Inoltre ci viene detto che:

– Sembra che Ikari e i suoi partiranno da qui l’undici del prossimo mese.

13 Settembre 2000: Second Impact – Dialoghi/urla di sottofondo tra scienziati.

– ANNUNCIO: Situazione d’emergenza! Situazione d’emergenza! A tutto il personale, indossare le tute protettive! Gli operatori al di sotto del secondo livello si rifugino immediatamente nella sezione superiore del Central Dogma.
– Fermare l’emanazione luminosa della superficie! Oltrepassa il limite previsto!
– I geni impiantati in Adam hanno già compiuto la bio – fusione!
– A.T. Field in rilascio totale!
– La Lancia! Ritrarre la Lancia!
– Niente da fare, il campo magnetico non regge!
– Sta affondando!
– Limitare i danni di quanto più possibile… anche solo di un fattore insignificante!
– Disgregazione a livello quark degli atomi strutturali in corso. Bisogna fare presto!
– Nel momento dell’apertura delle porte del Guf, dare inizio alle operazioni di termo-soppressione!
– Incredibile… ha iniziato a camminare!
– Movimento confermato anche dalla superficie della Terra!
– Bisogna portarlo a espellere tutta l’energia capace di interferire con l’Anti-A.T. Field! Anche per un decimo di secondo!
– Sistema di conversione impostato! Conto alla rovescia in progressione!
– Elemento S² e detonatori collegati.
– Impossibilità d’annullamento!
– Sta spiegando le ali!
– Esce in superficie!

Considerazioni sulla versione definitiva

La spedizione Katsuragi andò in Antartide, trovò la Luna Bianca e rinvenne al suo interno Adam.
Presumibilmente vennero effettuati dei test e accidentalmente venne convalidata la teoria del Super Solenoide, l’unica con cui è possibile spiegare il funzionamento del Frutto della Vita di Adam, che per questo verrà chiamato S². Inoltre ci viene detto che che la Lancia di Longinus è stata portata in Antartide dal Mar Morto, luogo in cui sono state trovate dalla Seele le Pergamene.
È interessante osservare che nella prima versione director’s cut dell’episodio 23 (pubblicata in Italia su VHS da Dynamic Italia) e nell’opening estesa è presente la seguente immagine che mostra Adam e il team Katsuragi al Polo Sud.

Adam infilzato dalla Lancia di Longinus

Innanzitutto ricordiamo che nelle Informazioni riservate di Neon Genesis Evangelion 2 viene detto che la Lancia di Adam lo aveva sigillato in seguito all’arrivo di Lilith, dunque tale fotogramma potrebbe rappresentare il rinvenimento dell’Angelo da parte del Team Katsuragi al Polo Sud; ciò va in contrasto con il fatto che la Lancia è stata probabilmente rinvenuta nella zona del Mar Morto, così come sembrerebbe suggerire il dialogo tra scienziati nella versione director’s cut. Forse inizialmente Adam è stato rinvenuto sigillato, poi il team Katsuragi ha estratto la lancia e per qualche motivo ignoto l’ha inviata nei pressi del Mar Morto? Ma in tal caso avrebbe davvero poco senso inscenare dei retroscena fini a se stessi e di cui lo spettatore non verrà mai a conoscenza.
Un’altra ipotesi è che la Lancia di cui si parla nei dialoghi non sia quella di Adam ma sia quella di Lilith.
In tal caso il team Katsuragi avrebbe rinvenuto Adam al Polo Sud privo di Lancia di Longinus, magari ibernato tra ghiaccio e rocce (come sembrerebbe dall’immagine) e quindi inattivo, e in seguito avrebbe fatto portare sul posto la Lancia di Lilith rinvenuta nei pressi del Mar Morto (dialogo director’s cut) in vista dell’esperimento di contatto. Poiché, stando al dialogo tra scienziati, la Lancia è presente in Antartide da metà agosto 2000, allora è possibile che la scena rappresenti un giorno del periodo di tempo intercorso tra lo sbarco della Lancia e il Second Impact. Tuttavia in tal caso si entra in contrasto con le Informazioni riservate presenti nel videogioco, secondo cui Adam è stato rinvenuto sigillato dalla propria lancia. Chiaramente in assenza di certezze sulla canonicità delle risposte presenti nel videogioco non si può dire molto.
Si potrebbe fantasticare ancora parecchio ma preferisco fermarmi qui.
In conclusione, tralasciando sia i misteriosi fotogrammi dell’episodio 23 sia il videogioco (ogni tanto si farà comunque riferimento a quest’ultimo per proporre un quadro più generale), considererò solo la versione director’s cut presente nell’edizione Platinum: Adam è arrivato sulla Terra e non si sa se la Lancia di Longinus lo abbia sigillato o meno, fatto sta che per qualche motivo è rimasto inattivo fino a quando è giunta la spedizione di ricerca. Nel frattempo è arrivata Lilith che ha dato vita alla propria progenie. Infine nell’anno 2000 il team Katsuragi ha utilizzato la Lancia di Longinus su Adam, successivamente al trasferimento di questa dal Mar Morto al Polo Sud.
Dunque andiamo avanti e preoccupiamoci degli eventi di cui si può parlare in modo un po’ più preciso, seppur procedendo con i piedi di piombo e concedendoci il beneficio del dubbio.

Tornando ai dialoghi in sottofondo nel film Death(True)², un’ulteriore informazione che ci viene data è che il 15 Agosto 2000 il team Katsuragi ha effettuato un esperimento di ego-confine su Adam, e capiamo che gli scienziati avevano scoperto il fenomeno dell’A.T. Field.
L’11 settembre 2000 la Seele e Gendo Ikari lasciano il Polo Sud, consapevoli del fatto che l’esperimento di contatto di due giorni dopo avrebbe provocato una catastrofe.
Il 12 settembre 2000, tramite una tecnica di telerilevamento radar, viene effettuata una fotografia alla Luna Bianca [episodio 21′ (Director’s cut)]. Notiamo che nell’immagine sono riportate due informazioni: la prima ci dice che forse la Luna Bianca è stata creata al tempo dell’impatto gigante, il quale, stando al libro in cui è menzionato il First Impact, è avvenuto circa 4 miliardi di anni prima degli eventi attuali; la seconda ci dice che la struttura superficiale della Luna Bianca è completamente artificiale.

Immagine radar della Luna Bianca

Queste informazioni, insieme alla frase di Gendo nello stesso episodio riguardante la Luna Nera: “È una cavità lasciata da qualcuno all’infuori di noi”, ci rivelano che le due Lune sono oggetti artificiali creati 4 miliardi di anni fa da entità ignote.
Questi sono i principali indizi (oltre all’osservazione che le Pergamene non si possono essere scritte da sole, ma devono essere anch’esse legate ai misteriosi costruttori delle Lune, e ciò vale anche per la Lancia di Longinus) che nella serie TV fanno pensare a dei creatori ignoti dietro le quinte.
Tale sensazione, come abbiamo ampiamente visto nella prima analisi, è confermata dalle idee in fermento in casa GAiNAX durante la riunione preliminare, nel Proposal e nel videogioco Neon Genesis Evangelion 2.
Arriviamo infine al 13 settembre 2000, data in cui la spedizione Katsuragi compie l’esperimento di contatto tra Adam e del materiale genetico.
Nei volumi 11 e 12 del manga Sadamoto specifica che i geni utilizzati erano umani e che lo scopo dell’esperimento era ridurre Adam alla forma embrionale, prima del risveglio degli Angeli. Inoltre nel processo sembra fosse stata coinvolta anche la Lancia di Longinus, menzionata non solo nei dialoghi del film ma evidenziata graficamente anche nel volume 11 del manga quando Misato chiede a Ritsuko cosa avessero fatto gli scienziati ad Adam.

L’obiettivo del team Katsuragi ci viene esplicitato da Misato in The End of Evangelion:

Il Second Impact di 15 anni fa fu un evento progettato dall’uomo. Fu causato allo scopo di riportare Adam alla forma embrionale prima del risveglio degli altri Angeli, così da limitare i danni al minimo.

Poiché abbiamo già osservato le similitudini concettuali tra l’Elemento S² e la Lancia e poiché nel Proposal e nelle Informazioni riservate quest’ultima è indicata come un sistema di sicurezza per bloccare le divinità, si può ipotizzare che sia anche in grado di invertire il funzionamento dell’S², in modo tale da far regredire l’Entità Progenitrice alla forma embrionale. Oppure semplicemente la Lancia serviva per bloccare Adam durante l’esperimento.

Al di là delle supposizioni, ciò che è importante è che tramite la Lancia e i geni umani il team Katsuragi abbia tentato di ridurre Adam in forma embrionale. Tuttavia per motivi non totalmente chiari, a causa del contatto di Adam con il materiale genetico umano (bio-fusione dei geni con l’Angelo) e dell’uso della Lancia, il gigante ha distrutto i sistemi che lo bloccavano e ha raggiunto un livello energetico oltre il limite di sicurezza, iniziando a rilasciare un potente Anti-A.T. Field che ha cominciato a disgregare tutto a livello di quark. Adam si è dunque illuminato come una lampadina!

Il Gigante di Luce

Poiché non è chiaro se l’Anti-A.T. Field dipenda dal motore S² o dall’Entità Progenitrice, non si capisce se Adam lo abbia emesso perché aveva perso il controllo dell’S² o se lo abbia fatto intenzionalmente per difendersi. Sia quel che sia, dai dialoghi sembrerebbe che a questo punto i ricercatori abbiano tentato di fare qualcosa con la Lancia ma ormai non era più fattibile. Nelle Informazioni riservate del videogioco viene detto che:

Il Team di ricerca Katsuragi tentò freneticamente di risigillare Adam utilizzando la Lancia di Longinus, ma fallì.

Quindi il Gigante di Luce ha iniziato a camminare e nei dialoghi viene menzionato il Guf, ad indicare la similarità tra Adam e Lilith nonchè tra i relativi Impact.

Gli scienziati dicono gridando che all’apertura delle Porte del Guf è necessario avviare le operazioni di termo-soppressione, inoltre poichè si parla di far espellere energia da Adam e poiché vengono collegati dei detonatori all’elemento S², tutto ciò fa pensare che il piano sia far andare in sovraccarico l’elemento S² fino a farlo collassare, in modo da far dissipare ad Adam un’enorme quantità d’energia tale da sbilanciarlo nell’emissione dell’Anti-A.T. Field (sia che venga emesso dall’S² sia che venga generato dall’Entità Progenitrice).
Infine, Adam ha spiegato le ali ed è uscito in superficie (finora gli eventi si stavano verificando all’interno della Luna Bianca, infatti si parla di Central Dogma). Il Second Impact ha inizio!
La vita discendente da Lilith presente al Polo Sud viene ridotta in LCL dall’Anti-A.T. Field di Adam (esattamente come accadrà in The End of Evangelion, quando Lilith provocherà il Third Impact) e le anime, rappresentate sotto forma di luci rosse, vengono liberate dai corpi fisici.

Il Gigante di Luce spiega le ali

A questo punto i detonatori sono esplosi scaricando un’enorme quantità di energia che ha sovraccaricato l’elemento S² destabilizzando Adam e la sua capacità di mantenere attivo l’Anti-A.T. Field e infatti alla fine l’Angelo ha ceduto e si è sgonfiato come un palloncino bucato, collassando a un livello embrionale.
Osserviamo che il piano del team Katsuragi è supportato anche da Neon Genesis Evangelion 2, infatti le Informazioni riservate rivelano che:

Tramite il fenomeno del sovraccarico dell’Elemento S² in apparenza provocato artificialmente (i dettagli sono vaghi a causa della completa distruzione del team), fu sventata soltanto una catastrofe assoluta – l’annullamento di tutte le forme di vita a causa della sparizione degli A.T. Field e la creazione di un ecosistema basato su Adam. Questo avvenimento è chiamato Second Impact. L’incidente disintegrò completamente Adam.

Dunque, seppur in modo piuttosto disastroso, il piano ha funzionato: si è evitato un Impact planetario come quello che verrà causato da Lilith in The End of Evangelion, limitando i danni a un luogo ristretto, l’Antartide.

Nell’episodio 12 si può notare che il Polo Sud devastato dalla catastrofe è diventato un mare scarlatto in cui è impossibile la vita: come osserva Fuyutsuki, il Polo Sud “è un vero mar morto”.
Tale riferimento non è solo metaforico ma deriva anche dal fatto che il Mar Morto situato tra Israele e la Giordania è caratterizzato da una elevata salinità, e a causa di ciò le uniche forme di vita presenti in esso sono microrganismi e alghe; questo spiega anche il motivo per cui in Evangelion sono presenti le colonne di sale al Polo Sud e inoltre si accorda con quanto detto in precedenza, ovvero che inizialmente la GAiNAX voleva realizzare il Second Impact nella zona del Mar Morto.
Fra l’altro è possibile riscontrare almeno un riferimento all’Antico Testamento, in cui è narrata la distruzione per opera divina di Sodoma e Gomorra, città che secondo la narrazione erano situate sulla riva del fiume Giordano nella zona a nord del Mar Morto. Tali città vennero distrutte mediante una pioggia di fuoco e zolfo a causa dei peccati commessi dagli abitanti; analogamente nell’episodio 12 di Evangelion Gendo afferma che il Second Impact ha reso il Polo Sud un “mondo purificato dal peccato originale”.
Quest’ultima frase è importante non solo perché definisce una parte del punto di vista di Gendo nei confronti dell’umanità, ma soprattutto perché in senso più ampio suggerisce allo spettatore il pensiero della Commissione, ovvero della Seele, e l’ipotesi secondo cui il Perfezionamento dell’Uomo tanto ambito potrebbe consistere in una forma di espiazione dei peccati umani attraverso una purificazione su larga scala; il dubbio si insinua: è possibile che la Seele voglia provocare il tanto temuto Third Impact?

I peccati dell’umanità in Evangelion possono essere così riassunti:
* ritenere con arroganza di poter fare tutto ciò che si vuole, in quanto si è in possesso del Frutto della Conoscenza (riferimento al Peccato originale dell’Antico Testamento);
* aver dominato il pianeta al posto degli Angeli, considerati come i legittimi eredi del pianeta Terra;
* aver portato avanti da sempre conflitti psicologici e sociali a causa dell’incapacità di comprendersi a vicenda.

Il peccato originale è dunque l’esistenza stessa della razza umana sulla Terra, che dopo aver mangiato il Frutto della Conoscenza si è separata dalla forma unificata, rappresentata dagli Angeli dotati di Frutto della Vita o più in generale definita dall’Uno che è al principio dell’esistenza, per disgregarsi in individui interdipendenti tra loro e in perpetuo conflitto.

Misato durante il Second Impact

L’unica sopravvissuta al Second Impact è Misato Katsuragi, all’epoca adolescente (14 anni), salvata grazie al padre, il dottor Katsuragi, che la inserì all’interno di una capsula di salvataggio, donandole come ricordo la sua collanina con un ciondolo a forma di croce. Dopo essere stata recuperata, Misato trascorrerà i successivi 5 anni in condizioni di afasia a causa dello shock subito.

Sorge spontanea la domanda: ma che ci faceva Misato al Polo Sud?

Forse i geni umani erano i suoi? Secondo me no. Personalmente ritengo che il tentativo di trovare una risposta narrativa a tutti i costi sia davvero fuorviante, soprattutto ricordando quanto detto in precedenza sull’evoluzione delle modalità con cui la GAiNAX potrebbe aver inventato il Second Impact.

La cicatrice di Misato e il ciondolo a forma di croce, ultimo dono di suo padre

Ricordiamo che la cicatrice di Misato viene presentata nell’episodio 12 e che qui lei spiega a Shinji che il padre l’aveva salvata dal Second Impact, e che il suo lavoro per la Nerv è un modo per riuscire a vendicarsi degli Angeli. La presenza di Misato al Polo Sud è, secondo me, semplicemente per creare un personaggio che, similmente a Shinji e ad Asuka, ha un trauma familiare alle spalle da risolvere e in più per garantirsi un personaggio sopravvissuto, nonché testimone, al disastro avvenuto nel 2000. Dunque la cicatrice non rappresenta altro che il segno, la ferita indelebile di quel giorno.

Il recupero della Lancia di Longinus In tutto questo caos notiamo che la Lancia di Longinus va persa, per poi essere recuperata nell’episodio 12 (volume 5) da Gendo e Fuyutsuki con alcune navi delle Nazioni Unite; probabilmente ciò avviene per mano della Seele, che controllava da dietro le quinte la politica mondiale e quindi anche le Nazioni Unite.

La Lancia verrà utilizzata nell’episodio 15 (volume 5) dall’Eva-00 per sigillare Lilith nell’LCL Plant, in modo tale da rallentarne la rigenerazione fino al giorno promesso, e pare che abbia un importante ruolo nel Progetto della Seele.

La rivedremo negli episodi 15, 22 e in The End of Evangelion.

In seguito la Seele recupererà Adam ridotto in stato embrionale e i geni che erano stati sottoposti alla bio-fusione con l’Angelo, in seguito alla quale si è molto probabilmente generato un embrione, caratterizzato dall’avere le sembianze dei Lilin, per via del materiale genetico umano, e caratteristiche biologiche proprie degli Angeli

Gli Eva [progenie di Adam] sono fatti della mia stessa sostanza

… come il Diagramma d’onda Blu e (forse) il Frutto della Vita (le cui dimensioni potrebbero dipendere da quelle dell’Angelo e non è noto se l’embrione lo abbia o meno ereditato da Adam).

L’essere vivente generatosi in questo modo fortuito è Tabris, l’ultimo Angelo nato da Adam, non sotto forma di uovo come gli altri Angeli, bensì in seguito a un contatto tra il materiale genetico umano e quello di Adam.
Inoltre Tabris contiene l’anima dell’Entità Progenitrice; infatti come dice la Seele nell’episodio 24 Director’s cut:

La cui anima recuperata [di Adam] non si trova in altro luogo che in te [Tabris]

Non è chiaro se l’anima di Adam sia stata recuperata e inserita nell’ibrido umanoide/angelico dalla Seele (in qualche modo fantasioso), o se si sia trasferita autonomamente dall’Entità Progenitrice all’embrione durante l’esplosione avvenuta nel Second Impact.

L'embrione di Adam e Kaworu Nagisa

In ogni caso, Tabris è un Angelo sia nel corpo che nell’anima, e ha nome a se stante perché non è effettivamente Adam al 100%; pur rimanendo lo stesso pattern metafisico, l’anima è “reincarnata” e le diverse esperienze di vita di Adam e Tabris ne fanno due entità differenti ma allo stesso tempo legate tra loro, esattamente come Rei e Lilith. Il nome umano di Tabris è Kaworu Nagisa e parleremo di lui, della simmetria con Rei e del rapporto con la Seele in un prossimo articolo dedicato.

Danni & insabbiamento della verità

L’Anti-A.T. Field di Adam ha cancellato tutte le forme di vita presenti al Polo Sud fino ai microrganismi, mentre l’esplosione con conseguente rilascio dell’energia accumulata dall’S² ha sciolto tutto il ghiaccio antartico provocando uno tsunami che ha ucciso oltre 2 miliardi di persone nell’emisfero sud del mondo. Quasi tutti i documenti sul Second Impact sono stati distrutti nell’esplosione (altri sono in possesso di Gendo e della Seele, come vediamo nell’episodio 21) e la verità sulle cause di questo incidente viene insabbiata, diffondendo la falsa notizia dell’impatto di un meteorite di altissima densità sul monte Markham dell’Antartide.

Spiegazione del Second Impact secondo il libro di scuola di Shinji

A seguito di questo disastro il livello degli oceani si è alzato provocando la sommersione dei paesi e delle città costiere mondiali; inoltre l’inclinazione dell’asse terrestre ha subito una variazione con la conseguente fine delle stagioni (è sempre estate e le cicale friniscono come se non ci fosse un domani); infine ci sono state guerre e carestie, e la popolazione mondiale ha subito un dimezzamento come possiamo leggere nel documento, anche in questo caso tratto dal libro di Shinji.

Shinji al cinema guarda un film sul Second Impact

A questo punto è interessante notare che nel cinema in cui si rifugia Shinji nei primi minuti dell’episodio 4 viene proiettato un film catastrofico basato sulle false notizie divulgate sul Second Impact.
Ecco qualche battuta:

– Era davvero impossibile rilevarlo?!
– Sì, esatto. Quel meteorite si è schiantato sull’Antartide al 10% della velocità della luce.
– Con le nostre conoscenze scientifiche, non avremmo potuto nè individuarlo nè evitare l’impatto.
– Ma là fuori è un inferno! Allora a cosa servirebbe la scienza?!

Informazioni sul meteorite che causò il Second Impact secondo il libro di scuola di Shinji Ciò che viene detto nel film riprende i concetti espressi nel paragrafo “Meteorite di altissima densità”, nel documento dell’episodio 7. Come motivazione per l’individuazione dell’asteroide a soli 15 minuti dall’impatto ci viene detto che questo era minuscolo (10 cm) e velocissimo (28500 Km/s ) ed inoltre la sua massa era pari a 4•1020 tonnellate: all’incirca la massa del pianeta Mercurio compressa in poco più di una pallina da tennis! Piuttosto (o meglio, esageratamente) inverosimile per un meteorite!

Insomma, per usare un eufemismo, possiamo dire che alla GAiNAX abbiano inventato i numeri tirando i dadi!

Tralasciando la verosimiglianza dei dati, possiamo comunque far finta di nulla (d’altronde c’è un fucile a positroni, una Lancia che spazza via le nuvole…) e fare un applauso alla GAiNAX per aver creato questo guazzabuglio di riferimenti incrociati!

Immagine satellitare del Second Impact

Per concludere, non poteva mancare lui, l’anziano professore di matematica di Shinji che, invece di tenere lezione, allieta i suoi alunni con divagazioni sul Second Impact!

La più difficile prova che la razza umana abbia mai dovuto affrontare arrivò proprio nell’ultimo anno del ventesimo secolo, quando un meteorite si schiantò violentemente sull’Antartide sciogliendone in pochi istanti l’intera calotta di ghiaccio. Il livello del mare si alzò improvvisamente, l’asse terrestre subì uno spostamento e la sopravvivenza di ogni specie fu minacciata da sconvolgimenti climatici che interessarono l’intero pianeta; ma soprattutto… la popolazione mondiale fu dimezzata! Miliardi di persone persero la vita in questo tragico disastro che viene ricordato come il Second Impact.
Da tutto ciò derivarono poi crisi economiche, guerre civili, conflitti razziali… Coloro che erano sopravvissuti si ritrovarono in un vero e proprio inferno. Sono trascorsi quindici anni da allora. È incredibile che in soli quindici anni l’uomo sia riuscito a ricostruire il pianeta fino a questo punto! Questa vittoria testimonia la grandezza del genere umano, ma il merito va soprattutto alla generazione che vi ha preceduti: alle vostre madri e ai vostri padri, dunque, e a tutti i loro sforzi, il loro sudore, le loro lacrime e il loro sangue! A quel tempo io vivevo a Nebukawa… Oggi quella località giace in fondo al mare…

Il post-Second Impact ricorda in maniera sensibile il secondo dopoguerra vissuto dai giapponesi nella realtà, i quali dopo la distruzione del Paese si sono dovuti rimboccare le maniche per ricostruirlo sia fisicamente che a livello economico. Ma di ciò ne parlerò nei prossimi articoli.

Il professore intrattiene gli entusiasti studenti con i racconti di un tempo che fu...

Third Impact

Ok, siamo finalmente giunti alla meta della nostra scarpinata, ed è ora di focalizzarci sul Third Impact, la terza catastrofe che potrebbe sconvolgere il pianeta Terra nel mondo di Evangelion.

Impact degli Angeli

Se inizialmente nel Proposal gli Angeli erano visti come sistemi di sicurezza con lo scopo di impedire il Progetto per il Perfezionamento dell’Uomo, non si sa bene a che punto della produzione la GAiNAX abbia sviluppato l’idea che queste entità fossero a loro volta intenzionate a scatenare una catastrofe planetaria descritta come Third Impact. Di seguito farò alcune osservazioni sui riferimenti al Third Impact durante la serie.

Nella serie TV la prima notizia sul Third Impact ci viene data da Ritsuko nell’episodio 7, mentre nel manga è Asuka che nel volume 4 ci dice che la Nerv esiste per sconfiggere gli Angeli e per evitare una nuova tragedia come quella accaduta al Polo Sud.
Nell’episodio 10, quando si tenta il recupero dell’uovo in cui è contenuto Sandalphon, si ha il timore che un errore possa causare un disastro simile al Second Impact. Come abbiamo già osservato quest’episodio è anomalo e presenta dettagli talvolta incoerenti a livello di trama e di logica interna, ad esempio diventerebbe insensato combattere gli Angeli con gli Eva se in ogni scontro si rischiasse la fine del mondo, e soprattutto con il senno di poi non è vero che un qualsiasi Angelo possa provocare un Impact; misteri dello staff GAiNAX…

Nell’episodio 14, l’intrusione di Ireul alla Nerv fa innervosire la Commissione, che dice:

Si tratta di un accaduto inaccettabile! Una tale intrusione di un Angelo nella base della Nerv è del tutto estranea al programma. E, aggravante dei fatti, è stata anche permessa l’intrusione nel Central Dogma. Se solo si fosse verificato un contatto, l’intero progetto sarebbe stato distrutto per sempre.

In questo modo comprendiamo che se un Angelo riuscisse ad entrare in contatto con ciò che c’è di misterioso nei sotterranei della Nerv, allora i piani della Commissione (il Progetto per il Perfezionamento menzionato nell’episodio 2) andrebbero distrutti per sempre.

Nell’episodio 19 Kaji, tra le angurie di Misato e quelle che sta innaffiando, fa la seguente rivelazione a Shinji:

Si dice che se un Angelo venisse in contatto con Adam che riposa nel sottosuolo, l’umanità intera verrebbe annientata. Sarebbe il Third Impact.

Più che un messaggio per Shinji, che nella serie TV non ha mai visto Adam nè ha la più pallida idea di chi o cosa sia, questo è un messaggio per lo spettatore che ha osservato Adam embrione nell’episodio 8 (volume 4) e Adam gigante nell’episodio 15 (volume 5).

Kaji rivela a Shinji che il contatto tra un Angelo e Adam può provocare il Third Impact

Sadamoto invece ha reso le cose più chiare anche per il Third Children, il quale nel volume 5 vede nei sotterranei della Nerv il gigante mascherato identificato come Adam, e in seguito nel volume 7 Kaji gli spiega che forse un contatto tra quel gigante e un Angelo provocherebbe il Third Impact, riallacciandosi quindi al discorso fatto da Asuka nel volume 4.
Per essere cauti, per il momento ci limitiamo a pensare che la Commissione intendesse che un Angelo avrebbe potuto far fallire il progetto, senza asserire con certezza che questo fallimento sia associato al verificarsi del Third Impact. In effetti nel Dogma c’è Lilith, e non Adam, quindi dobbiamo prendere l’affermazione di Kaji con le molle. D’altronde a parte la Seele e Gendo, gli altri personaggi dicono quasi sempre solo sciocchezze, a causa del livello riservato delle informazioni. Come abbiamo visto alla popolazione mondiale sono state date notizie false sul Second Impact, e a parte qualche eccezione (Kensuke, Toji, etc.) perfino gli abitanti del Giappone sembrano essere perlopiù all’oscuro degli eventi che si stanno verificando nel loro Paese. Inoltre anche alla Nerv è evidente che c’è chi sa e chi lavora senza avere nemmeno lontanamente una vaga idea della situazione reale. Si pensi ad esempio alla differenza che sussiste tra gli addetti alla riparazione degli Eva e il trio di operatori che lavora sul ponte di comando; anche in tal caso è reso esplicito che c’è chi ne sa di meno, i.e. Shigeru, e chi addirittura compie indagini in segreto per carpire qualche informazione riservata, i.e. Makoto. Perfino Ritsuko, nonostante sappia il segreto degli Eva e quello di Rei, non è a conoscenza dei dettagli più profondi inerenti il Perfezionamento dell’Uomo.
Pertanto l’informazione fornita da Kaji va presa con un pizzico di buon senso, d’altronde stava ancora investigando, e nella sospensione dell’incredulità è plausibile che non avesse ancora compreso tutto e che questa fosse una pista falsa perfettamente integrata a livello narrativo.

Nell’episodio 22 (volume 9 del manga) quando Gendo ordina a Rei di scendere nel Dogma a prendere la Lancia, Misato grida:

Tuttavia c’è la possibilità che il contatto tra Adam e un’unità Eva possa generare il Third Impact, il pericolo è troppo elevato! […] Assurdo, quindi è una menzogna. Il Second Impact non è stato provocato dal contatto di un Angelo. Dunque una cosa simile non è in grado di provocare il Third Impact. Ma allora a causare il Second Impact cosa fu?

Misato crede che il Second Impact sia stato causato dal contatto tra un Angelo e Adam.
Come già abbiamo notato il timore è il seguente: poiché la struttura genetica di un Eva è uguale a quella degli Angeli, un suo contatto con il gigante nel sottosuolo, che Misato crede essere Adam, provocherebbe il medesimo risultato avvenuto nel Second Impact?
Tuttavia, come abbiamo già visto, a questo punto della storia tale dialogo ci svela che il Second Impact non è stato provocato dal contatto tra il Gigante di Luce e un Angelo, inoltre ci assicura che estrarre la Lancia dal gigante da parte di un Eva non provocherà alcunchè. Questo è abbastanza ovvio dato che l’Eva non va a compiere una fusione con l’Entità Progenitrice, come farebbe invece un Angelo, il quale trovandosi davanti al gigante ci si tufferebbe dentro per provocare l’Impact come se si trovasse in piscina.
Notiamo inoltre come la resa scenica sia piuttosto maldestra: dato che nessuno alla Nerv sa del gigante nel Dogma, alle parole di Misato sarebbero dovuti scappare tutti di corsa gridando: “Aiuto! C’è Adam nel sottosuolo!”, invece nessuno si fila Misato, se non nel manga, dove il bravo Sadamoto ha almeno fatto sbottare Hyuga: “Di che diavolo ti fai? stai parlando, Misato?!?!”

Misato dice cose assurde e inesatte ma nessuno la smentisce...

Nell’episodio 24, Kaworu si rivolge a Shinji con le seguenti parole:

Ti ringrazio, Shinji. Confidavo che tu fermassi lo 02. In altro modo, probabilmente io avrei continuato a vivere con lei… Perché io dovrei vivere in eterno, tale sarebbe il mio destino, anche se ciò risulterebbe nella distruzione dell’uomo. Però io posso anche morire a questo modo, vita o morte hanno negli effetti lo stesso valore per quanto mi riguarda. La morte volontaria è anzi l’unica mia libertà assoluta. Avanti, cancella il mio essere, altrimenti sarete voi l’essere a scomparire. Una sola specie può scampare il tempo dell’estinzione, e voi necessitate di un futuro, tu (Shinji) non sei essere dato alla morte.

In primo luogo Kaworu rivela a Shinji che, se lo 02 non fosse andato distrutto, egli avrebbe continuato a vivere con lei, ma lei chi? Kaworu si riferisce a Lilith o all’Eva-02? Difficile dirlo al 100%, tuttavia sembra più sensato pensare che l’Angelo si riferisca a Lilith, in quanto nel seguito delle sue battute fa riferimento a lei.
In secondo luogo Kaworu ci dice che, in quanto Angelo, il suo destino sarebbe quello di vivere in eterno anche se ciò causerebbe la distruzione dell’Uomo.
A questo punto Kaworu ci fornisce la risposta che andavamo cercando: se Shinji non lo elimina, l’umanità scomparirà a causa della sua fusione con Lilith, l’unica Entità Progenitrice rimasta, in assenza di Adam, con cui entrare in contatto per causare il Third Impact.
Quindi Kaworu afferma le sue ultime volontà: per lui vita o morte hanno lo stesso significato, in ogni caso il suo corpo andrebbe distrutto, sia che entri in contatto con Lilith, sia che si faccia eliminare da Shinji, sia che torni indietro, poiché la Seele lo annienterebbe. L’unica libertà rimastagli è decidere da se stesso come morire. Poiché ritiene Shinji meritevole di affezione, tale sentimento viene generalizzato all’intera umanità ed è per questo che Kaworu si sacrifica: in modo da permettere all’amico, e quindi all’umanità, di continuare a vivere.

Kaworu Nagisa nei suoi ultimi istanti di vita

Nel volume 11 del manga Sadamoto rende Kaworu decisamente più loquace e chiaro, rivelandoci le cose in modo semplice e diretto. L’Angelo afferma che unendosi con Lilith provocherebbe l’Impact ma ciò non estinguerebbe l’umanità, piuttosto la trasformerebbe in un unico nucleo perfetto privo di sofferenze.

Nel volume 12 del manga ci viene fatta questa rivelazione:

Il motivo per cui gli Angeli puntavano a Lilith sul Geo-Front era che volevano unirsi a lei, ora che Adam era andato perduto. Miravano così a distruggere tutti gli altri semi e, in quanto nuovi semi essi stessi, a sopravvivere sul nostro pianeta.

Infine nelle Informazioni riservate viene detto che:

Due Semi della Vita non possono convivere su un unico pianeta, e perciò uno di essi è in eccesso. Come è descritto nelle Pergamene Segrete del Mar Morto, le forme di vita discendenti da Adam hanno dato inizio a una battaglia per la sopravvivenza, mettendo in gioco la loro stessa esistenza. Alcuni tra gli Angeli stavano tentando di raggiungere Lilith e annientare tutte le forme di vita, altri non agivano seguendo un piano, altri ancora stavano tentando di recuperare Adam, il loro progenitore. Gli Angeli – le forme di vita discendenti da Adam – hanno iniziato ad agire seguendo le proprie strategie per la sopravvivenza e il raggiungimento dei propri obiettivi.

Ma in cosa consiste il Third Impact degli Angeli?
L’evento preciso non è noto, tuttavia in modo similare al Second Impact scatenato da Adam e al Third Impact provocato da Rei/Lilith in The End of Evangelion, è plausibile che l’Angelo avrebbe preso il controllo dell’Entità Progenitrice, avrebbe sviluppato un Anti-A.T. Field e avrebbe disintegrato tutte le altre forme di vita sul pianeta, rimanendo quindi l’unico essere vivente eterno.

La fusione tra un Angelo e Adam

In definitiva anime, manga e videogioco ci dicono la stessa cosa: sia con Adam che con Lilith, entrando in contatto con un’Entità Progenitrice un Angelo può tranquillamente causare l’Impact sfruttando l’Anti-A.T. Field di questa.

Notiamo che non è detto che la GAiNAX abbia creato uno scenario coerente e preciso in ogni sfumatura, anzi alcune cose potrebbero benissimo essere fatte un po’ a caso o per esigenze di trama senza una “lista di regolette” da rispettare.

In quest’ottica, nonostante le analisi dei dettagli, il nostro scopo è soprattutto quello di indicare il senso di ciò che accade, senza esagerare nel cercare legami tra gli ingredienti in gioco.

Impact con il Progetto per il Perfezionamento dell’Uomo

Il Third Impact che può essere provocato artificialmente dai Lilin tramite il Progetto per il Perfezionamento consiste nell’emanazione di un Anti-A.T. Field planetario in grado di liberare le anime umane dai vincoli fisici, riducendo i corpi in LCL. Gli obiettivi e i piani per attuarlo della Seele e di Gendo sono diversi fra loro e saranno analizzati in un articolo apposito.

Considerazioni finali

In definitiva il termine Impact è utilizzato in Evangelion con il significato di “catastrofe planetaria”, nel senso di cataclisma che sia potenzialmente in grado di sconvolgere il pianeta Terra e l’equilibrio della vita su di esso.
Il First Impact (Giant Impact) è stato causato dall’impatto della Luna Nera di Lilith sulla Terra; il Second Impact è stato provocato dall’Anti-A.T. Field di Adam al Polo Sud e dall’esplosione del motore S²; il Third Impact, infine, sarebbe il terzo potenziale disastro che potrebbe sconvolgere il mondo.
Ciò che accomuna le varie tipologie di Third Impact non consiste negli “ingredienti” utilizzati per realizzarle, bensì è l’emissione da parte dell’Entità Progenitrice di un Anti-A.T. Field in grado di estinguere le forme di vita sul pianeta.
A questo punto ci si potrebbe chiedere per quale motivo alcuni disastri che avvengono nella storia sono denominati Impact, mentre ad esempio la caduta del meteorite che ha provocato l’estinzione dei dinosauri non lo è.
E chi dice che, nel mondo di Eva, sono esistiti i dinosauri? Per essere precisi non vengono mai menzionati, al contrario di Nadia – Il mistero della Pietra Azzurra, quindi non possiamo inserire a priori nel mondo fittizio di Eva un evento accaduto nella realtà.

Con ciò si chiude questa prima parte del nostro viaggio nel mondo di Evangelion, e approfitto per ringraziare i ragazzi dello staff di Distopia Evangelion per la fiducia e l’appoggio. Vi aspettiamo alla prossima puntata per la seconda metà del nostro viaggio!

In ultima istanza vi proponiamo alcuni articoli degni di nota sulla questione degli Impact:
NGE: Second Impact, First Impact a cura di Kaw;
EOE: Third Impact a cura di CaskaLangley;
ROE: Second Impact, Near Third Impact a cura di Lift;
Gli Impact: cosa sono e come funzionano a cura di Sardaukar 01;
First ImpactSecond ImpactThird Impact su EvaWiki.

Now we can shine. Peace in time, we’ve never had it so good

つづく

Licenza Creative Commons
ProgettoEVA2015 di Simone-Shun87 è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Info su Simone

Appassionato di Studio Ghibli ed Evangelion, rimane colpito dall'episodio 26 di quest'ultimo che va a sfondare la quarta parete come un tornado. Omedetou!
Questa voce è stata pubblicata in Considerazioni e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink. Feed dei commenti.

3 risposte a Gli Impact in Evangelion

  1. Auroz scrive:

    Complimenti per l’articolo, davvero informativo e ben scritto ma che purtroppo a causa dell’argomento trattato risulta comunque confusionale.

    Avete menzionato che “a parte la Seele e Gendo, gli altri personaggi dicono quasi sempre solo sciocchezze, a causa del livello riservato delle informazioni”, ciò è verissimo ed a mio parere questo particolare andava trattato più approfonditamente, o comunque in maniera più esplicita.
    Esistono infatti diversi “livelli” di verità presenti nella storia: la versione ufficiale degli avvenimenti che viene insegnata a scuola, i vari dipendenti della NERV che hanno accesso ad informazioni segrete al resto della popolazione ma che non sono comunque a conoscenza della verità complessiva, Gendou e la SEELE che pianificano il destino dell’uomo, Kaji che si scopre essere una spia che cerca di far luce sui loro piani senza però riuscirci, Kaworu che ragiona da un punto di vista totalmente diverso.
    Oltre alla fonte va considerato pure il ricevente delle informazioni: sebbene Gendou abbia una conoscenza integrale degli avvenimenti lo si vede comunque mentire perfino nei confronti della SEELE, ne consegue che tutto ciò che dice non va preso come oro colato.

    • Nevicata scrive:

      Ciao Auroz,
      in attesa della risposta ufficiale dell’autore dell’articolo, mi permetto di darti una prima risposta ufficiosa.

      La questione degli Impact è fumosa di per sè, ma per tre motivi:
      * In Evangelion viene fornito poco materiale di analisi;
      * I personaggi sanno poco, credono di sapere, mentono (come hai notato giustamente tu);
      * È evidente che la Gainax ha cambiato più volte elementi della trama in corso d’opera, contraddicendo determinate informazioni inserite in un primo momento.

      In questo articolo abbiamo provato a trattare nel modo migliore e più sintetico possibile le informazioni più o meno vere e i vari “livelli di verità”, ma solo per quanto riguarda gli Impact (oggetto effettivo dell’articolo), mentre l’analisi che prospetti si focalizzerebbe invece sulle verità “più o meno vere” in tutto Eva, questione che in effetti potrebbe essere oggetto di un prossimo articolo.

      Vedremo in futuro se scrivere un post al riguardo, anche perchè al momento abbiamo un bel po’ di articoli in lavorazione.

      Grazie per i complimenti, speriamo che tu gradisca anche i nostri prossimi articoli!
      A presto

    • Simone scrive:

      Ciao Auroz, mi scuso per il ritardo ma ero impossibilitato a rispondere.
      Ti ringrazio moltissimo per l’apprezzamento!

      L’osservazione che fai sui “livelli di verità interni” di Evangelion è corretta e la condivido, però penso che sia una cosa abbastanza evidente e nota, per questo scrivendo l’articolo ho ritenuto ciascun lettore già consapevole dei vari livelli e quindi in grado di discriminare da sé il peso delle frasi. Con questo in mente ho pensato che non fosse necessario esplicitare oltremisura.
      Il fatto che la popolazione non sappia la verità è indicato in modo nemmeno troppo implicito riportando vari esempi.
      Il fatto che Kaji stia indagando e quindi non conosca ancora bene tutta la verità è specificato, idem Misato che come sappiamo prende un po’ di info da Kaji e da altre da Makoto.
      Riguardo la Seele e Gendo, la battuta che citi sottintende proprio che lo spettatore e il lettore abbiano chiari i livelli di verità. Chiaramente Gendo talvolta mente alla Seele, ma questi spesso gli ricordano anche che “mentire in questa sede è pericoloso”. Ci sono comunque diverse considerazioni in un articolo successivo.
      Per quanto riguarda Kaworu, gli approfondimenti sono in un articolo a parte.

      La questione dei livelli di verità è trattata lungo tutto il “ProgettoEVA2015”, dove qua e là ho inserito alcune osservazioni.
      Come scritto nell’articolo e come sottolineato da Nevicata è difficile stabilire quante idee della GAiNAX siano sempre rimaste ferme, e quante siano state modificate in corso d’opera dando luogo a bug o ad aggiustamenti alla meglio.

      Per eventuali dubbi sono disponibile a chiarimenti, sempre nella premessa che comunque sia questo è un progetto amatoriale. :-)

Lascia un commento