The Dragon Dentist – Recensione (Blu-Ray First Press)

The Dragon Dentist è uno speciale televisivo in due parti trasmesse rispettivamente il 18 e il 25 febbraio 2017 sul canale televisivo giapponese NHK BS Premium, arrivato in Italia su VVVVID e successivamente pubblicato in home video da Dynit il 27 settembre 2017: l’opera è stata realizzata dallo studio Khara di Hideaki Anno per i 100 anni dell’animazione giapponese e prende avvio dalle vicende narrate nel primo corto della Japan Anima(tor)’s Exhibition, scritto e diretto da Otaro Maijo.

The Dragon Dentist - Japan Anima(tor)'s Exhibition

Fin dalla sua prima apparizione nel corto del 2014 è stato evidente che la storia di Nonoko, una quindicenne che supera l’esame per diventare Dentista dei Draghi, aveva il potenziale per essere sviluppata in una vicenda di più ampio respiro: d’altra parte, Nonoko è la protagonista di una serie di romanzi di Otaro Maijo e il cortometraggio affronta solo il momento iniziale di questa incredibile vicenda, che parte dal bizzarro presupposto che i Draghi e gli Umani abbiano stretto un patto in cui i Draghi si sono impegnati a proteggere gli Umani in cambio di… cure “odontoiatriche”! In realtà, dai pochi minuti del corto emerge che la vicenda si regge sul concetto di morte e accettazione del proprio destino: è proprio questo a rendere quasi impossibile diventare un Dentista dei Draghi, in quanto per superare l’Esame il Drago mostra all’aspirante Dentista il momento della propria morte e solo manifestare coraggio nell’accettare la propria sorte dimostra al Drago di essere in presenza di un Umano degno di assumersi il compito di cura.

The Dragon Dentist - Cover

Kazuya Tsurumaki, noto ai più per produzioni del calibro di FLCL, ma anche per aver contribuito alla realizzazione di The End of Evangelion e dei film del Rebuild, è il regista scelto per sviluppare questo arco narrativo, dopo essere stato il direttore dell’animazione dell’omonimo corto: in poche scene vengono presentate la mitologia alla base di questa vicenda e l’ambientazione in tempo di guerra tra il Paese dei Draghi, il cui nume tutelare è il Drago, e un non meglio identificato Paese confinante. I Dentisti dei Draghi si occupano di contrastare i mushi della carie, esseri definibili come “anime furiose” e in correlazione con le anime dei morti, che corrodono i denti dei Draghi, fonte del loro potere, ma anche loro punto debole.

The Dragon Dentist - I mushi della carie

I Draghi sono esseri mitici, comparsi sulla Terra prima dell’Uomo, che adempiono ai loro doveri quando il Paese dei Draghi è in pericolo, ma che nessuno ha mai visto atterrare: proprio per questo, i Dentisti vivono in alloggi situati sul Drago. Non sono gli unici a trovarsi a vivere questa vita ad alta quota: sulla schiena del Drago si trovano un tempio shintoista, i cui sacerdoti proteggono il Dente del Giudizio del Drago (l’unico dente che può essere tolto al Drago senza farlo soffrire e simbolo dell’antico patto tra Draghi e Umani) e una caserma, i cui soldati si assicurano l’intervento del Drago a difesa della patria.

The Dragon Dentist - Dentisti all'opera

Un giorno, Nonoko assiste a un fenomeno misterioso e raro che si dice preannunci una grande catastrofe: da uno dei denti del Drago emerge un soldato nemico, Bernard detto Ber, “Rinato” per volere del Drago.

The Dragon Dentist - Il drago

La presenza di Ber destabilizzerà il gruppo dei Dentisti, guidato dal leader Godo, e soprattutto sorella Shibana, che ha assistito anni prima alla morte dell’uomo che amava durante l’attacco di un mushi demoniaco e che finirà per manifestare tutti i suoi dubbi sull’impossibilità di opporsi al destino.

Tutta la narrazione procede seguendo la struttura del mito. Luoghi e tempi sono imprecisi e indefinibili, fatta eccezione per la sequenza iniziale della seconda parte, ambientata ai giorni nostri e apparentemente slegata dall’intera vicenda: rientra tuttavia nel tempo del mito grazie all’apparizione del Drago, come a dire che i miti sono senza tempo, ma afferma con forza che gli antichi patti sono ancora validi, con il Drago che interviene a salvare gli Umani dal disastro aereo; i personaggi non sono caratterizzati in modo approfondito, e non è solo questione di minutaggio, in quanto anche nei miti classici ci si sofferma più sul cosa accade che sul chi agisce; la vicenda è lo spunto per raccontare questioni universali: la vita e l’amore in opposizione alla morte, gli interessi personali che non devono essere messi al di sopra del bene comune.

The Dragon Dentist - Nonoko e Shibana

Tutte le opposizioni della vicenda si concretizzano nei due personaggi di Nonoko e Shibana, anche se le due figure femminili non agiranno direttamente in contrapposizione: Nonoko si troverà con Ber ad affrontare i mercenari, mentre Shibana troverà Godo a cercare di fermarla dal mettere in pratica il suo piano orchestrato per ben 12 anni; Nonoko sarà l’esempio dell’Eroe e dell’abnegazione e non tradirà mai il suo dovere, accettando completamente il suo ruolo di Dentista e il suo Destino, mentre Shibana sarà l’esempio del Dubbio e cercherà in tutti i modi di piegare il Destino alla propria volontà, anche nuocendo al Drago e al proprio Paese.

Nell’esplosivo finale, anche Ber comprenderà il motivo per cui è stato scelto dal Drago per un bizzarro ciclo di Vita-Morte-Rinascita e abbraccerà il suo Destino, mentre i Dentisti cercheranno di opporsi al mushi demoniaco più potente che abbiano mai affrontato, che si nutre delle anime degli Uomini dall’istinto omicida e in una terra devastata dalla guerra accresce sempre più il suo potere.

The Dragon Dentist, prodotto da Hideaki Anno e primo lungometraggio d’animazione dello Studio Khara slegato dal franchise di Evangelion, e pertanto un importante test e banco di prova per la produzione dello Studio, è un’opera narrativamente interessante e ricca di spunti, che a volte pecca in coesione e che forse avrebbe avuto bisogno di essere sviluppata in una narrazione più lunga poiché tratta molti personaggi e più sottotrame, presupponendo anche molti antefatti che vengono solo accennati e che sarebbero stati ottimo materiale da approfondire.

Disegni e animazioni sono di buon livello, tant’è che è difficile ricordarsi di trovarsi di fronte a un progetto televisivo, vista la scelta di utilizzare tecniche “che si riservano alle opere cinematografiche”, come lo stesso Anno ha voluto sottolineare, e sono in grado di dar vita a sequenze spettacolari e ricche di pathos, anche grazie all’aiuto di un cast di doppiatori d’eccellenza, capitanati dagli imprescindibili Koichi Yamadera e Megumi Hayashibara, e allo stesso Anno che è stato direttore del suono oltre che produttore esecutivo.

The Dragon Dentist - Booklet dell'edizione First Press Dynit

L’edizione italiana a cura di Dynit, in formato DVD e Blu-ray, comprende nella versione First Press un prezioso booklet di 16 pagine che, oltre a presentare la leggendaria terra dei Draghi e i personaggi che la popolano e alle informazioni tecniche sul prodotto, lascia spazio a una breve introduzione a quest’opera fantasy -e in parte fantascientifica- attraverso le parole appassionate di Tsurumaki, Maijo e Anno.

The Dragon Dentist - Interno dell'edizione Blu-Ray Dynit

The Dragon Dentist è un’opera che vale sicuramente la pena recuperare e possedere, consigliata soprattutto a coloro che si chiedono quali saranno i prossimi passi dello Studio Khara una volta portato a compimento il ciclo del Rebuild of Evangelion: pensiamo che riusciranno a proporci altre storie capaci di appassionarci e che arriveranno dritte al cuore.

The Dragon Dentist - Edizione Blu-Ray First Press Dynit, fronte

The Dragon Dentist - Edizione Blu-Ray First Press Dynit, retro

The Dragon Dentist - Edizione Blu-Ray First Press Dynit, custodia in cartoncino

Info su Hikari Horaki

Figlia degli anni '80, Hikari Horaki ha conosciuto Neon Genesis Evangelion nel 2001 e da allora non l'ha mai tradito. Finalmente ora può dire la sua!
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink. Feed dei commenti.

Lascia un commento