Le pagelle di Nevicata

Sceneggiatura: 7,5

L’idea di partenza è assai originale e viene ben sviluppata, ma Anno non è un dio e qualche errore logico/cronologico di troppo lo ha fatto. Intrigante la commistione tra fantascienza, detective story e citazioni religiose. Ottima l’introspezione dei personaggi, ma spesso si cade nel drammone psicologico rendendo alcune situazioni veramente pesanti; per questo mi trovo costretto ad abbassare drasticamente il voto…

Regia: 10

Anno come sceneggiatore è un genio, o forse un pazzo. Per quanto riguarda la regia invece non sono possibili fraintendimenti, Anno è un regista eccezionale, e lo ha dimostrato pure in Le situazioni di Lui & Lei. Non si poteva fare di meglio.

Character design: 8

Personalmente adoro lo stile di Sadamoto. Un tratto moderno, spigoloso e crudissimo: le espressioni vacue di Shinji nell’episodio 3 sono eccezionali. Efficace, forse anche troppo!

Mecha design: 10

Diciamo solo che gli Eva, realizzati da Ikuto Yamashita, sono i mech più innovativi, originali ed inquietanti che io abbia mai visto, e hanno segnato il definitivo distacco dalla “vecchia” estetica robotica. Dopo Evangelion i robot non sono più stati rappresentati allo stesso modo… Il mecha design di Eva è una pietra miliare.

Animazione: 9,5

Agli inizi della serie l’animazione è strabiliante, ma dall’episodio 21 la qualità cala notevolmente: scene statiche, fondali fissi e voci fuori campo (erano finiti i soldi). Da questo punto di vista è folle la puntate 24 (scena finale di stasi per un minuto) e non si possono definire in altro modo se non deliranti gli episodi 25 e 26 della serie TV… Gli ultimi due episodi sono eccezionali, innovativi, bellissimi, ma si capisce chiaramente che mancavano i dindi.

Soundtrack: 7

Accidenti, questo voto è piuttosto basso… La colonna sonora di Shiro Sagisu è azzeccata, è degno di menzione l’uso di musica classica in alcune scene, e la canzoni delle sigle iniziale e finale sono molto carine. Eppure il confronto con la strabiliante OST di Cowboy Bebop (di Yoko Kanno e dei Seatbelts) è immediato, e non c’è paragone. Le musiche in Eva fanno il loro dovere, ma nulla di più.

Voto finale: 10 e lode

Ok, lo so che questo voto non è la media aritmetica di quelli precedenti, ma a me Shin Seiki Evangelion piace infinitamente. Si può gridare al capolavoro? Forse non è IL capolavoro, ma merita di essere un anime di culto nel settore della fantascienza robotica giapponese, insieme a Ghost in the shell ed Akira.

Feed dei commenti

Lascia un commento